Assemblea ANCEP 2016 – Conferenza di Monsignor Sanchirico

Intervento integrale

“Linguaggi Pontifici: aspetti di cerimoniale e protocollo papali” è il titolo della conferenza che si è svolta a Roma, il 15 aprile scorso, in occasione dell’assemblea Ancep 2016.
Relatore d’eccezione è stato Mons. Stefano Sanchirico, già Cerimoniere Pontificio e attuale Prelato di Anticamera della Casa Pontificia, che ha coinvolto il folto pubblico dei presenti con una dotta e vivace presentazione della storia, del significato e dei principali riti del cerimoniale papale.
Kissinger – ha fra l’altro ricordato Monsignor Sanchirico – sosteneva che l’impero bizantino è durato 500 anni di più proprio grazie al suo magnifico cerimoniale, che svolgeva una potentissima azione di conferma di identità dell’impero, del suo potere e della sua solidità. Le regole protocollari come specchio della società, dunque, ha proseguito Mon. Sanchirico, sottolineando come anche oggi si stiano attraversando tempi difficili, privi di ordine, situazione che si riflette anche sul cerimoniale.
Affrontando nello specifico il tema del cerimoniale papale, Monsignor Sanchirico ne ha evidenziato le fondamenta religiose: esso infatti vuole esprimere il rispetto da attribuire a Dio attraverso quello attribuito ai suoi uomini. Dopo avere precisato che il Papa riceve visite sempre nella sua doppia veste di Capo religioso e di Capo di Stato, ha poi dettagliatamente illustrato ai presenti storia e significato degli elementi chiave del cerimoniale papale, quali fra l’altro la Cappella Papale e la Famiglia pontificia, soffermandosi ad illustrarne storia, composizione, finalità, funzioni e caratteristiche. Certo – ha affermato fra l’altro – nel corso dei secoli al cerimoniale papale sono stati apportati cambiamenti e riforme, ma sempre nel segno di una continuità che non si è mai interrotta

Intervento integrale

GIUSEPPE DAMIANO IANNIZZOTTO

SEGRETARIO GENERALE DI ANCEP - Associazione Nazionale Cerimonialisti Enti Pubblici

I commenti sono chiusi.