ANCEP IN VISITA DI STUDIO A PARIGI

RAGGIUNTI I VERTICI DEL PROTOCOLLO

AL SENATO DELLA REPUBBLICA FRANCESE E AL MUNICIPIO DI PARIGI

 

Con un grande applauso finale è terminata nel tardo pomeriggio di lunedì 19 marzo 2018 la prima visita di studio organizzata da ANCEP a Parigi nell’ambito del percorso di formazione proposto annualmente ai propri Soci.

La giornata, che ha visto la partecipazione di una nostra Delegazione guidata dal Presidente Nazionale ANCEP Leonardo Gambo e composta da ben trentadue persone, è iniziata con il ritrovo dei partecipanti presso il Senato della Repubblica Francese. Nel prestigiosissimo Palais du Luxembourg, fatto costruire da Maria de’ Medici, i convenuti sono stati accolti da M. Jean-Louis Hérin, Segretario Generale onorario del Senato di origini valdostane e da M. Michel Richard, Direttore onorario del Servizio del Cerimoniale.

Dopo una breve introduzione storica svolta in italiano proprio in nostro onore, M. Hèrin ha guidato i convenuti con grande competenza e professionalità tra scaloni d’onore, sale di rappresentanza e ambienti meravigliosi, luoghi impregnati di storia e di bellezza straordinaria.

Giunti nell’emiciclo dove siedono i Senatori, ha poi illustrato le regole per l’assegnazione dei seggi. Presso un’aula di Commissione, invece, M. Hèrin e M. Richard hanno poi tenuto una vera e propria conferenza sui principali meccanismi di funzionamento delle Istituzioni francesi della Quinta Repubblica.

M. Richard, al termine di una illustrazione dettagliata concernente l’ordine delle precedenze e gli aspetti interni che caratterizzano ogni Istituzione, ha voluto precisare che, in Francia, il Presidente del Senato è considerato a livello costituzionale la seconda più alta Carica della Repubblica (art. 7) mentre è terzo nell’ordine protocollare (DEC. n. 2015-536 del 15.5.2015, art. 12). Al termine del suo apprezzatissimo intervento, inoltre, M. Richard ha anche rimarcato il valore fondamentale del protocollo in ogni Istituzione e l’importanza di apportare al Cerimoniale gli opportuni aggiornamenti così da renderlo sempre al passo con i tempi che cambiano rapidamente.

M. Hèrin, conoscitore dei problemi italiani, ha infine precisato che recentemente in Francia è stato superato il problema del genere chiedendo direttamente ad ogni Senatrice come avrebbe desiderato essere appellata. Semplice, vero? Dopo la foto di rito sullo scalone d’onore del Senato ed aver ringraziato sentitamente gli accompagnatori, il folto gruppo di ANCEP ha lasciato il Palazzo Luxembourg per dirigersi verso l’Hotel de Ville.

Raggiunto l’Hotel de Ville, siamo stati ricevuti dal Capo del Protocollo M. Jérome Drocôurt e dalla sua collaboratrice Mme S. Roseau insieme alla quale i partecipanti hanno iniziato la visita dello splendido Palazzo monumentale del 1871.

Dopo il saluto di benvenuto da parte di M. Drocôurt, componente del Réseau du Protocole Français, ovverosia un’organizzazione che raggruppa molti importanti esponenti del mondo protocollare francese della quale fa parte anche il Presidente Nazionale ANCEP, la visita è proseguita nell’Aula consiliare. Ben 164 sono i seggi presenti nell’emiciclo e riservati ai Rappresentanti eletti nei venti Municipi (Mairies) che compongono la Grande Parigi.

Più di seicento (quasi due al giorno) le manifestazioni e cerimonie svolte ogni anno all’interno di questo meraviglioso Palazzo seguite direttamente dal Servizio del protocollo dell’Hotel de Ville. Nel corso della visita storico-artistica, la Delegazione ANCEP ha avuto anche l’opportunità di assistere all’organizzazione e alla preparazione dei saloni che l’indomani avrebbero ospitato la visita di Stato dei Granduchi del Lussemburgo. In Francia, infatti, il protocollo prevede in tali circostanze anche un incontro con il Sindaco della Capitale.

In tema di genere, Anne Hidalgo, attuale Sindaco di Parigi, dopo la sua elezione avvenuta nel 2014, ha scelto di definirsi: la Maire de Paris. Altro particolare: il Municipio di Parigi ha chiaramente un suo stemma, che si può notare in tutti i saloni all’interno del Palazzo, ma non ha una sua Bandiera o un suo Gonfalone come accade in Italia.

 

GIUSEPPE DAMIANO IANNIZZOTTO

SEGRETARIO GENERALE DI ANCEP - Associazione Nazionale Cerimonialisti Enti Pubblici

I commenti sono chiusi.