In sala da ballo

Che si tratti di un gala con ballo o di una serata di balli latini, il bon ton delle danze ha le sue regole. In genere, è l’uomo a invitare la donna, la quale deve concedere almeno un ballo (solo dopo può ritirarsi!). Se è la dama ad invitare il cavaliere, questo non può rifiutare a meno che non sia infortunato. Prima di iniziare a ballare ci si presenta, anche solo per nome. Il cavaliere non abbandona la dama a metà brano perché balla male e non la monopolizza per più di due balli di seguito in caso contrario, a meno che non sia la moglie o la sua dama fissa. Interrompere una coppia di ballerini per portare via la dama non è consigliabile e neanche cortese. Ballando ci si guarda in faccia, non si guarda in giro, si sorride elegantemente anche se l’altro balla male e soprattutto, fatta eccezione per i convenevoli, non si parla. Al termine si ringrazia con un semplice grazie, un leggero inchino o un cenno di capo accompagnato da un sorriso.

I commenti sono chiusi.