La tavola

La buona educazione e la conoscenza delle regole del galateo sono il primo dettaglio in grado di dare una nota speciale a qualsiasi tavola, anche la meno formale. Per questo, la scelta della tavola non può mai essere casuale e la sua apparecchiatura è un’arte che si affina col tempo. I colori devono essere in perfetta armonia e, soprattutto, ci devono essere pochi oggetti, studiati e in armonia con il cibo. Il bianco è il colore da preferire. E per quanto possa sembrare un non colore, il bianco esiste in una molteplice varietà di tonalità che dipendono dai tessuti e dalle trame, dai materiali e dalla luce. I sottopiatti e i piatti possono essere anche non coordinati nel colore, perché su una tavola informale si può usare una bicromia, come bianco e beige,bianco ed ecrù, rosso e beige o addirittura cioccolato e caffè. L’importante è che i colori si armonizzino poi con il resto della tavola. I sottopiatti possono essere in vetro, oppure nella stessa materia di cui è fatto il servizio di piatti.

I commenti sono chiusi.