Organizzare un pranzo

La parola d’ordine del vero gentleman è eleganza. Gli atteggiamenti che lo contraddistinguono sono le buone maniere di una volta, l’educazione e la galanteria. Essere dei veri signori non è necessariamente una dote innata, ma lo si può diventare seguendo alcune semplici regole. Ecco le principali.
Entrando in un ristorante o un luogo pubblico, non cede il passo alle signore, ma le anticipa per accertarsi che non ci siano pericoli. A tavola siede composto, mangia lentamente e versa il vino alle signore. Non parla mai a bocca piena, non gesticola con le posate in mano, non usa lo stuzzicadenti, si sforza di non fare telefonate e paga il conto. Apre la portiera dell’auto se deve salire o scendere una signora.
Per quanto riguarda l’aspetto estetico, è sempre ben curato, evita il riporto (se ha pochi capelli), ignora le tinte (se ha capelli grigi) e ha sempre le mani curate. Durante le presentazioni stringe la mano con sicurezza ma mai con forza, riserva il baciamani a tutte le dame presenti ad un ricevimento, ma eviterà questa galanteria nei bar e per strada.

Un vero signore non esagera mai, per lui la parola d’oro è: discrezione.

I commenti sono chiusi.